sabato 1 gennaio 2011

Desideri





Lo stato d'animo un po' malmostoso di AMan non ha solo una spiegazione oggettiva (in quelle condizioni una semplice cena ed andare a letto prima sarebbe stato mille volte meglio) ma anche una soggettiva, emotiva.

E' la rimozione dell'eros creativo, oltre, dalla parte lecita, esplicita, condivisa della nostra relazione che rimane la parte sommersa dell'iceberg, che resiste alla navigazione, non consente al visibile di andare dove pensa o crede di voler andare.

 Il sesso fantasticamente ricco di emozioni, di sentimenti, sapido di burro, uova, zucchero e vaniglia, se è solo quello, non procura più appetiti, voglie, tensioni. Per quanto sublime e squisito, dopo un po' che mangi pandoro ti viene voglia di altro.

Eppure il mio limite è proprio che quel sesso, ludico, basso, istintivo e animale, mentale, orgiastico e bizzarro, rimane solo un'idea, una voglia inespressa. Sono quelli i miei limiti e la trasgressione ecologica, evolutrice, spirituale, perfino, rimane lì. Del resto quella parte è (stata) rimossa in quanto distruttrice, questi gli effetti per la contrarietà mentale e morale di A-Woman. Ci siamo scottati e ora anche l'acqua tiepida fa paura. E non ho più mire di con-vincimento, di persuasione, di stimolo. 

E' come se nella nostra coppia ci fosse una naturale e spontanea inclinazione al pulito, all'alto, a ciò che è morale. Che a volte o spesso è il bene quello che il cuore sa, come dice Tiziano.

Eppure la mente, la mente e il corpo che la sostiene, desiderano anche il gioco, ciò che è vietato, bandito, non lecito, ciò che è l' art pour l' art, la lussuria e la libido, la voglia bizzarra che, con libero arbitrio, si impone sul resto. Il giusto, quando giusto.

La naughty French wife è così divinamente troia e gaudente, così lussuriosa e libera, così spontanea e sorridente, nel proprio sesso per il sesso. Ecco che il morale, da solo, diventa male, causa di problemi.

Ecco il mio desiderio per noi, nel 2011. E oltre anche. Andare verso il basso, così remoto ed alieno, per noi. Non saremo alberi forti e sani, senza radici ben radicate nella terra, nell'humus nero e scuro.

9 commenti:

theclearman ha detto...

Ragazzo mio, ma forse non sarebbe il caso ogni tanto di liberarsi la testa ? é ovvio che certe sere il sonno la fa da padrone (ancora sbadiglio alle 14 del giorno 3 !), quindi se magari non si fanno i salti mortali, è normale e neppure mi ci soffermerei

In tema di wilderness, per la prima volta mi sono fatto la salaria dall'adriatico fino a roma, da ascoli fino a rieti è uno spettacolo che piacerebbe molto anche a lei .....

anonimo ha detto...

Concordo con TheClearman, Aman ^_^

Alla fine l'importante e' che siate stati bene insieme, pensa a chi invece non ha avuto questa possibilita'. (b70slg)

AWomanAMan ha detto...

x theclearman:

Quando fai una dieta e ti tolgono le patate, o il formaggio o la frutta secca o ... ecco, allora pensi, immagini e desideri solo patate al forno, taleggi e formaggi di gossa, pecorini in foglie di noce sotto cenere, mandorle, nocciole fresche e tostate e affogate nel fondente o nel gianduja. Solo quello.

Devo uscire da 'sto blocco negativo.

La squaw ama molto i luoghi selvativi. Anch'io! :)



x utente anonimo (b70slg):

Dal silenzio di questi tre giorni, le cose non vanno bene.

La mente evolutiva si sofferma sulle cose che non vanno, Per fortuna o purtroppo.

anonimo ha detto...

La mente evolutiva non si sofferma sulle cose che non vanno bene..ma si sofferma sugli innumerevoli no...

No estate.. non pasqua..no Natale no niente di assolutamente niente..

A parte la questione dei divieti alimentari..

no carne

no pane

no cioccolata

no dolci

no gelati

no alla vita...

Che cosa ci resta? no dimmelo tu perchè forse è la mia percezione di vita che da 15 mesi a questa parte manca,e giustamente, o sono io che mi soffermo sulle cose che non vanno oppure il piattello della bilancia dovrebbe cominciare a pendere in maniera leggermente più equilibrata..Del tipo, qualche concessione in più, a fronte di tutti questi no reiterati nel tempo, sul tempo da spendere e condividere INSIEME no a mezzo internet..

Alahambra ha detto...

Uomo, sei una piaga. Una di quelle piaghe che non è mai contenta di nulla, che pesta i piedi e che fa i capricci e che mette i musi se tutto non è perfettamente come vuole lui, e che non sarà mai soddisfatta, perchè ci sarà sempre qualche cosa che non va.

Ecco, l'ho detto.

AWomanAMan ha detto...

Alahambra

Hai ragione e hai torto.

Sessualita'  a parte, sono abbastanza soddisfatto.

Lo ero, soddisfatto sessualmente, fino a due o tre anni fa.

Poi, col progredire del tempo, siamo regrediti sensibilmente.

In effetti potrei anche dirmi: chi si contenta gode.

Ma, in tutta sincerita', le cose,col tempo, o migliorano o peggiorano.

E rallegrarsi di cose che non migliorano, ecco, boh, non so....

anonimo ha detto...

Io non ho inteso dire che a man sia una "piaga"..è molto più che possibile che abbia necessità di questi sacrifici quì, per sentirsi voluto REALMENTE bene..Una donna che accetta l'idea di sacrificarsi per amore non lo fa pensando che il proprio uomo sia una piaga..ma giustamente, se dopo 15 mesi di clausura e proibizioni in senso assoluto dal mangiare al bere a tutto il resto, vieni anche accusata di startela spassando e di non esserti sacrificata a sufficienza per dimostrare a qualcuno che ci tenevi e ci tieni tantissimo a lui..Allora giustamente, credo che scoraggiarsi sia UMANO..

anonimo ha detto...

A me invece a man..manca proprio il contatto fisico vissuto in maniera diversa con la persona che amo..

Io sono di natura coccolona anche se apparentemente chi mi conosce poco crede che la mia natura sia di natura glaciale..non è così assolutamente..

A me manca attualmente la possibilità di passare lunghe ore insieme per il mero gusto di parlare con lui guardandolo negli occhi, tenerlo per mano, respirare il suo odore, toccargli i capelli sistemargli la cravatta che so..togliergli i miei capelli sulla giacca..Dare a lui le mie attenzioni prendermi le sue...

Ecco tutto questo mi manca molto più del sesso...

Anche perchè sono decisamente convinta che un bacio passionale basterebbe a farmi sentire VIVA..

Poi in coppia le priorità delle questioni si stabiliscono sempre insieme..

è sempre un dare ed un avere..

se dai in cambio ottieni sempre qualcosa ed in genere avviene spontaneamente..io rendo felice te tu me..poi la felicità è come un virus dicono che sia capace di contagiare

anonimo ha detto...

ma ovviamente..per viversi completamente..bisognerebbe Sposarsi..e questo dipende da lui...