lunedì 19 maggio 2008

Orgoglio ferito

17/05 13:16

AMan wrote:

Mia madre mi ha detto ke è normale perdere il desiderio e ke sarà sempre + così. Mi ha dato una bella lavata di capo, sembra ke sia tu ad sre sua figlia. Sono sciockezze veckie ammuffite. La libido la si fa gg dopo gg e tu lo sai bene. Quando eri troia ero nelle tue mani, quando eri avventurosa ero nelle tue mani.. Quindi poche balle. Se vogliamo possiamo, se non vogliamo, non potremo. Invece di impegnarti a soffrire x troncare sarebbe meglio impegnarti...


17/05 13:19

AMan wrote:

...sarebbe meglio impegnarti ad sre complice, ad sre avventurosa, a correre, a camminare, a conoscere nuove frontiere. Questra è la A-Woman che amo. Se vuoi il cuore lo avrai, se vuoi il cazzo lo avrai. Bisogna curare un po l'uno, un po' l'altro. Ciao brutta bestia. Ti chiaverei ora come una porca.


(In vino veritas, complici i fumi di un bun rosso colle tagliatelle al ragù de orsonis che ci siamo sbaffati AMKid ed io :)


17/05 18:29

A-Woman wrote:

Mi spiace ma le balle le racconti tu, prima a te stesso poi agli altri. C'è solo un problema qui e viene tradotto in un unica parola e cioè orgia, impazzisci x questa roba tutto qua. Al momento mi sento di dire che purtroppo leggendo quello che hai scritto sul diario il mio orgoglio si è proprio scatenato, è ferito, mi sento ferita come donna, non credo sarà facile digerirla... Francamente non mi ci vedo nello stesso letto con te.


17/05 21:12

AMan wrote:

Buonanotte,. A-Woman


17/05 21:41

A-Woman wrote:

Notte.



(jacovitti)

15 commenti:

max ha detto...

eh, pero' ti ha risposto...

shente ha detto...

mi spiace aver incontrato questo blog a questo punto del percorso. sinceramente mi sento di esprimerti(vi) vicinanza. umanamente, antropologicamente, sono tutta con a-woman non in senso morale ma nel senso che ritengo lei sappia qualcosa che a te adesso sfugge.

il tuo spirito tuttavia magnifico e complesso, non è solo facile potere, è rischio vero e richiesta anche a chi ami di correrlo insieme a te, come se vi chiedeste rassicurazioni diverse, opposte, credo solo che lei conosca e rispetti l'umano più di te adesso, che sei peraltro feroce, sì, feroce, e spietato (vedi, la radice di pietas, siamo sempre lì), ma la spietatezza non è un male assoluto, a volte è genio. adesso è male.

con sincerità ti invio abbracci a-man, spero graditi

Baffobp ha detto...

che cosa c'è

ti sei pentita

vorresti ritornare indietro

e dirmi cosa

che sei cambiata

che sei diversa

che in questi quattro soli giorni

sei cresciuta

ma c'è qualcosa che ti frena

è sempre il solito orgoglio

che ti frega

corri e fottitene

dell'orgoglio

ne ha rovinati più lui

che il petrolio

ci fosse anche solo

una probabilità

giocala...giocala...giocala...

prendila...prendila...prendila...

prendila



Abbraccioni

anonimo ha detto...

Amare significa anche lasciare l'altro libero d'essere se stesso...Di vivere completamente la propria dimensione..L'amore è LIBERTA'..

Liberi di seguirlo fino in fondo senza precludersi la possibilità d'essere felici ed appagati..Io di spietato non ci vedo proprio nulla..

A man è sincero con se stesso e con le persone a cui vuol bene davvero..

Sarebbe stato meno lesivo della dignità se avesse tenuto tutto dentro massacrando se stesso e tutto il resto?

Nessuno può amare niente senza il rispetto di se stessi, senza l'armonia del sè proiettata poi anche verso l'esterno che ci circonda...

kaliuga ha detto...

E' bello che tu ti sia confrontato con la tua mamma, anche io lo faccio spesso e riesce sempre a rincuorarmi! Sara' che ha vissuto 20 anni piu' di me!

Abbracci e coraggio a entrambi, a te e a la woman.

shente ha detto...

Ma per favore. Se uno ha grande intelligenza e grandissimo coraggio di sperimentarsi in una vita di ricerca non può rimpicciolire la complessità cui ha acceso a un banale libertarismo come a nessun -ismo qualsiasi. Amore è liberta un cavoletto: amore, come vita, è tante cose (banalità per banalità...)



Onesti con se stessi sono entrambi, lei non può imporre a lui fedeltà o quant'altro, lui ugualmente non può imporre a lei trasgressione e mi pare ne sia ben consapevole... feroci per me sono queste parole, è lo schermo, è la vivisezione mentalizzata, o almeno lo è in questo momento. Feroce è anche la richiesta di lui, la proposta, perché lui esprime e forse cerca forza, lei esprime debolezza e accoglienza, naturale che si senta sfidata, pensare altro è ipocrisia machista, allora a meno che lui non voglia essenzialmente distruggerla dovrebbe forse usare delicatezza, per rispetto dell'affetto che mi pare sia ciò che resta, visto che il sesso è andato.



ma il maschio con un coltello per il manico lo usa per affondare, in genere. sarà la natura e forse, forse desdemona desidera essere uccisa

SweetBabette ha detto...

...passavo per un saluto nella speranza di trovare finalmente un po' di pace e serentà in questo luogo... ma vedo che siete sempe arenati sugli stessi scogli... o meglio, tu lo sei.



un abbraccio.



:)

anonimo ha detto...

Perchè A man dovrebbe avere rispetto per A woman..se A woman non mostra rispetto per i suoi stati d'animo..le sue esigenze..

Il principio di reciprocità ti dice niente?

Parliamo spesso di rispetto e di delicatezza quando veniamo toccati personalmente..mai quanto tocchiamo i sentimenti altrui..

Valori o schemi capovolti?

oppure semplicemente due pesi..diverse misure..

ZuZuli ha detto...

Perchè dare 'colpe' solo a lui? Non ha mai nascosto di pensarla in un certo modo. Allora o si condivide o basta!



Io non riuscirei e mai credo parteciperei ad un'orgia. Ma se amo è giusto che insieme si giochi , perchè il tempo , placa i desideri e senza desiderio, l'amore frena.



Vorrei solo capire una cosa...per forza piaceri estremi? Qualcosa di più soft, no?



E per farla breve, un consiglio pure a lei...inutile ritornare sui discorsi! O si trova un compromesso o Addio!

sololudovica ha detto...

Credo che ci voglia grande maestria per tenere legati libido ed amore per un tempo più lungo di quello "fisiologico"...e fantasia ..e determinazione.

Tutte cose che a voi non mancano. Nella coppia sempre uno è più forte dell'altro: quale sia colui che governa solo dai due attori è conosciuto. Ho appreso (tardivamente, come molte cose...) che spesso è l'opposto di ciò che appare agli altri. Pensaci un pò A-Woman: solo tu puoi realmente conoscere la tua forza.

Vi abbraccio entrambi

anonimo ha detto...

L'opposto? è chiarissimo che A man senza A woman non sopravvive..ma sta benissimo...

Se così non fosse, tra i due mali sceglierebbe il minore..

Dinanzi ad una scelta definitiva sei costretto a dire no a ciò di cui puoi fare senza..Anche di tagliarti un braccio se ciò si rendesse necessario per continuare a vivere..

Il desiderio nel tempo scema è vero perchè si acquista maggiore sicurezza..ma posso garantirvi che, quando amore c'è,basta solo una semplice gelosia per risvegliare la parte latente ed istintiva..Non a caso ad A woman A man concede incontri ravvicinati con l'altro sesso ed è capace di scendere pure nei particolari..la cosa lo diverte pure..

Come mai A woman non riesce a fare lo stesso?

Sono semplicemente diversi o ci sono diversi modi d'amare? oppure quì ad amare è solo uno?

anonimo ha detto...

Se fosse per A woman sarebbe capace pure di castrare la mente. i pensieri di A man..che molto spesso sono lontanissimi da lei..

Ecco perchè..non potendo bloccare il pensiero e dunque lo spirito ha cercato di tumulare, ed in parte c'è riuscita..il corpo di A Man..

Amore/possesso/asfitticamente chiuso e represso? direi proprio di si..

anonimo ha detto...

Ricetta della nonna: niente dura per sempre..così A man..se la tua pistolina non funziona più, o meglio non funziona con la tua carceriera..devi solo fare una cosa semplicissima: utilizzare il viagra..

e smettere di guardare le foto e i video porno..quelli delle "puttane"..mentre la gente seria, che fino a qualche mese fà si divertiva di gusto, essendo Porca maialona complice e non..Adesso non ride più..Peccato, ci eravamo così abituati alla cosa da sentirne quasi la nostalgia...

Ma stai tranquillo A man..che A woman non si arrenderà MAI..piuttosto ti castra vedrai..

shente ha detto...

Sì è il bambino interiore, la paura e le ferite che frenano, esatto, esattissimo: che fai, prendi il bambino a calci nel culo urlandogli: "non aver paura, non aver paura" e "non hai bisogno di niente"? Questa è una visione militarizzata della relazione (con l'altro, con se stesso, col mondo, col desiderio).



Lungissimi da me il politically correct nel sesso: cerco solo, come te, la strada migliore, sana, possibile, non ideologica. Forse è vero che ho un approccio mentale o comunque malato, nella mia vita ho conosciuto più che altro libertà sfrenate o sfrenate costrizioni, di quell'equilibrio che cerco non ho esperienza, sto inguaiata e sono l'ultima che può dare consigli: non mi resta che rifletterci in pura teoria con te, di cui continuo ad ammirare coraggio e complessità.

Il punto su cui insisto è sempre questo: il bambino non lo "cresci" con la ferocia, con la ferocia o lo terrorizzi oppure lo pungoli e lui reagisce con orgoglio e voglia di rivalsa. E' un riflesso condizionato. Bisogna spingere un po', non troppo.



E l'altro punto è: se nella coppia non c'è spazio per la debolezza, a che serve la coppia? Perché non te ne vai in giro a scopare da solo, cosa significa per te questo essere "in due"? Perché non tenerti lei come fratellasorella e attraversare solo l'esistenza orgiastica?

max ha detto...

io sarei anche d'accordo con shente.

sarei.

nel mio caso ci avevo provato, su altri ambiti, ma con le stesse maniere, con una precedente compagna. non e' valso a nulla. pi la ho risentito recentemente a distanza di tempo. questo mi ha dato conto, d'altra parte, di come avrei anche potuto non iniziare, giacche' era proprio una battaglia inutile.

Pensi che la tua sia utile, porti da qualche parte te o lei?