martedì 9 novembre 2010

Modemrouterquestoequello el va no



Giorni concitati. Carichi di lavoro impegnativi, alcuni cambiamenti per AMan.

 Ieri sera, dopo cena (e dopo una giornata pesante al lavoro) è passato a dare una mano ad installare il modem ADSL per il pc di AWKid. Quello che c'era prima andava benissimo ma col passaggio a Windows7 è diventato obsoleto per mancanza del driver. L'obsolescenza programmata è anche questa, un'altra dose di consumismo che peggiora la vita.

Come il fatto che invece di diminuire i prezzi sono aumentate le funzionalità del tutto inutili e non richieste.

 Il manuale dell'hardware assente (rimandava al web, ma zio cane, se uno ci deve arrivare al web...) , così la diagnostica relativa ad alcuni led accesi con un certo colore è stata del tutto inutile. I manuali sul CD facevano riferimento a... un modello diverso e le lucine gialle rosse blu verdi risultavano... non molto significative.

 Cose fintoaltamente tecnologiche, fatte alla carlona, obesamente ridondanti (l'UCAS quindi non è solo un difetto italico). Ecco un altra porzione di peggio. Il peggio di questa incultura basata su crescita perenne, creazione di bisogni inutili, su tecnologia che complica tutto per giustificarsi e per incrementarsi e per aggravare la tecnofilia stupidotta che la sostiene.

Alla fine, senza accesso al web, abbiamo desistito. Il modem el va no, dovremo riprovare a casa dell'orso, con una connessione funzionante per interpretare diagnostica e altre verifiche.

Difficile stare al passo col mondo oggi giorno. Diventiamo conservatori? Forse ha un senso tentare di resistere a questa demenza che cresce sempre.

Entrato, l'Orsone, l'ha accarezzata, sul viso più volte. Gli occhi neri le brillavano.

Alla fine è uscito, eravamo entrambi stanchi e frustrati dell'ora e mezza di lavoro inutile. 

1 commento:

Babi70 ha detto...

Purtroppo la tecnologia, che dovrebbe avere lo scopo di semplificare la vita, spesso la complica inutilmente...e cosi' capisci che le cose che contano sono li', davanti a te, vive e vere. Bella l'immagine degli occhi luccicanti di AW... 

Non ho il pc a casa, un po' per circostanze ma un po' anche per scelta. Pensavo fosse un handicap ed invece, vedendo quata gente vive attaccata ad un monitor, ne sono contenta. Se proprio devo passare del tempo, meglio un buon libro, un buon film...comunque e' anche giusto fare uso di questi mezzi, in modo intelligente, se possibile.